Tempo.

Non ho tempo di.

Il tempo è denaro. Non ho tempo da perdere. Sono povera di tempo. Essere poveri di tempo significa fare qualcosa per finirla, già pensando a che cosa viene dopo, significa il lunedì pensare al martedì, il matedì pensare al mercoledì, il mercoledì pensare alla domenica. Ho sempre provato una certa invidia di chi dice di saper fare più cose contemporaneamente, ci provo, giuro che ci provo. A volte mi riesce, spesso, magari, ma non mi lascia una bella sensazione addosso. Non mi dà la soddisfazione che lo sforzo richiederebbe come trofeo. Mi sento veramente soddisfatta quando ho la sensazione di riuscire a gestirlo, il tempo. Quindi quando riesco a fare tante cose, non insieme, ma una dietro l’altra, dedicando ad ognuna il suo tempo.

Dedicare il tempo è una cosa meravigliosa. Avere del tempo e dedicarlo. Anche perdere tempo è una sensazione incredibile. Ti fa sentire che il capo sei tu, non la lancetta dell’orologio che scorre, non quell’elenco là con tutte le cose che devi fare.

E invece rincorrere le cose, sovrapporle… mi fa star male. Perché mi lascia il pensiero di non averne vissuta nessuna, di averle soltanto attraversate, sono cose di cui mi dimenticherò presto, da cui non imparerò niente che non sapessi prima, e che mi lasceranno, alla fine dell’elenco, uguale a com’ero.

Quindi essere poveri di tempo è una strafottuta condizione di merda. Perché impoverisce quello che faccio, lo svuota e lo secca, rimane una voce cancellata sull’elenco delle cose da fare.

Devo chiamarti e poi fare la spesa. Mentre mi parli al telefono ripasso mentalmente le cose che devo comprare. Mentre faccio la spesa mi ricordo di mandare quella mail. Mentre scrivo la mail, cucino. Mentre ceno, guardo quel film che da giorni ho voglia di vedere. Mentre guardo il film, penso alla giornata in ufficio e ripasso le cose che devo ricordarmi di fare.

Non mi ricordo che cosa mi hai detto al telefono, o quando ti ho risposto avevo una voce lontana.

Ho comprato tutto quello che dovevo comprare, ma non mi è venuta un’idea sorprendente su che cosa cucinare.

La mail era ok, sintetica, chiara, mi sono anche ricordata l’allegato.

La cena era buona, ma niente di che.

Il film non mi ricordo nemmeno come va a finire.

PS: poi non è neanche vero che sono così povera di tempo. Questo post mi sono presa il tempo di scriverlo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...