Le mutande.

Dialogo in ufficio.

Una persona matura:

Ah, ma non sai cosa mi è successo in metropolitana l’altro giorno.

Una come me:

Che cosa?

Una persona matura:

Ero in metropolitana, e avevo davanti un ragazzo, che mi guardava. Io non ci ho fatto caso. Un ragazzo normale. Poi sono scesa dalla metro, e stavo venendo in ufficio, e mi sono accorta che mi seguiva. Ma una ragazzo normale.

Una come me:

Eh. E poi?

Una persona matura:

Eh, e poi lui mi si è avvicinato, e mi ha detto: “Posso dirti una cosa? Però promettimi che non ti arrabbi.”

Una come me:

Sì, vabbè. E tu che hai fatto? Gli hai tirato una pizza in faccia.

Una persona matura:

Noooo! Era un ragazzo normale! Io gli ho detto: “Che cosa vuoi?”

Una come me: (tra sè)

Cordiale.

Una persona matura:

E lui mi ha detto: “Ero prima con te in metropolitana.” E io: “Sì.” E lui: “E ho visto che non porti le mutande.”

Una come me:

Cosa?!

Una persona matura:

Ti giuro. E io gli fatto: “Vai via subito da qui se non vuoi che ti tiro uno schiaffo.”

Una come me:

Ma scusa: tu eri davvero senza mutande?

Una persona matura: (scandalizzata)

Ma dai, che dici, smettila! Ma perché tutti quelli a cui lo racconto mi fanno la stessa domanda?!?!?

Una come me: (tra sè)

Chissà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...