Da un barattolo di fagioli rossi al gelato fritto cinese.

Si parte da: pausa pranzo. Per la mia insalata ho scelto questi fagioli rossi…

Guardando gli ingredienti scopro che oltre ai fagioli rossi, l’acqua e il sale, c’è un AGENTE DI RESISTENZA: E509.

A parte il fascino dell’espressione quasi sinistroide (agente di resistenza!), mi chiedo: che cosa sarà?

Me lo chiedo ad alta voce, nessuno mi considera nel delirio che è la pausa pranzo in ufficio (in 9 in una cucina di 3 metri per 3…) tranne La Nuova Stagista, che tempo 2 minuti, si connette, digita, sceglie, e ad alta voce recita: (beata gioventù)

Cercando qualche informazione in più su questo nuovo amico, vedo citata la CUCINA MOLECOLARE.

Cosa di cui non ho mai sentito parlare in vita mia, e che devo dire mi mette anche un po’ di curiosità. Vado a vedere e scopro che

E leggendo qua e là scopro che si può fare il gelato con l’azoto liquido e il rombo assoluto.

E immaginando questi piatti incredibili, che chissà mai se assaggerò in vita mia, il pensiero mi fugge indietro negli anni della mia infanzia, per associazione, che cosa mi viene in mente?

Quanti ricordi…

Annunci

Un pensiero riguardo “Da un barattolo di fagioli rossi al gelato fritto cinese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...