LUGLIO! combattere una battaglia che siamo destinati comunque a perdere ma almeno ci facciamo due chiacchiere soccombendo.

img-img-carota_b_b

Luglio è un mese difficile.
Col fatto che ad agosto si va tutti in vacanza, luglio soffre per i grandi un po’ della sindrome dell’ultimo mese di scuola – tutto un corri corri per chiudere quello che c’è da chiudere, attraversare in fretta verifiche e bilanci già in infradito come tartarughe sgusciate verso il mare.
Quindi si sta male a luglio, nè più nè meno che in tutti gli altri mesi. Dappertutto, negli uffici, nelle case, nei letti ad occhi aperti a chiedersi quanto manca.
Anche io sto molto male. Da sola corro verso spiagge bianche e solitarie, ma solo con il cervello. Il cui 15% max è impegnato a chiudere quello che c’è da chiudere. Mi chiudo in me stessa, mi isolo, la voglio affrontare da sola quest’ultima corsa, sono io la mia squadra, tengo le cuffie, non parlo con nessuno, arrivo, lavoro, me ne vado.

Il venerdì è il giorno peggiore.
Sono qui chiusa in me stessa cerco di passare inosservata sfuggo ogni senso possibile, mi sento chiamare.
Mi guardo intorno. Colleghe perse nei monitor dei computer.
Mi sento chiamare di nuovo.
Di nuovo, mi guardo intorno.
– Ei, sono qua.
Guardo sotto la scrivania (viste avventure precedenti ormai perse nei ricordi) ma niente.
– Qua, sto qua.
Sulla scrivania.
Una carota.
Avanzata da pranzo. Appoggiata lì.
La carota mi parla.
Mi guardo in giro, nessuno sembra essersene accorto.
– Tranquilla mi senti solo tu.
Checulo.
– Checulo cosa?
Senti quello che penso?
– Pure tu senti quello che penso. Le carote mica parlano.
Infatti infatti.
– Infatti cosa.
Niente era così per dire.
– Credi che il livello della conversazione resterà questo o potrà migliorare?
Cavolo, che aggressività.
– Senti, ho capito. Qui non ne veniamo fuori. Ciao.
Dove vai?
– Via. Mi hai rotto.
Di già?
– Sì.
Mi mancherai. Sento che si è creato un legame profondo tra noi.
– Di già?
Mi affeziono in fretta.
– In fretta dimentichi.
Hai ragione tu. Allora ciao.
– Ciao niente. Mica sono qua per caso. Ho una missione.
Certo. Immagino
– Come va da queste parti?
Mi annoio.
– Immagino. Perché?
Sento che mi si sta restringendo il cervello. Si rattrappisce.
– Già non era granché.
Ha parlato.
– Ei. Modera i termini.
Scusa.
– La mia missione prevede venire qui.
Qui in ufficio?
– No qui sul pianeta.
M. Sei una carota.
– Questa è solo la mia forma esteriore. Sono prima di tutto una volontà.
Ottimo.
– Quindi venire su questo pianeta e mettermi in contatto con te.
Sotto forma di carota pensante.
– Sotto forma di carota, perché sei nel tuo periodo vegetarian-crudista, se arrivavo hamburger, anche di soia, non ci saremmo mai incontrate.
Pensa tu i casi della vita.
– Già. Quindi mettermi in contatto con te e dirti che ti stiamo osservando, da parecchio tempo. E che è inutile che tu continui a nasconderti. Noi comunque abbiamo i nostri mezzi per tenerti d’occhio.
Melanzane?
– Come?
Niente.
– Ok. Adesso vado.
Ma dove vai? Le carote non vanno da nessuna parte, al massimo vanno a male.
– Bella battuta del cazzo.

E proprio lì, davanti ai miei occhi sgranati dallo stupore, VEDO – e non sono sicura di poterlo dire a parole – vedo quell’anima, quello spirito ANDARSENE DALLA CAROTA, e la carota ritornare ad essere quello che era prima, una carota qualunque, come tutte le altre.
Che cosa potrà mai significare? “Che ti stiamo osservando”. Chi? Chi mi sta osservando? Da un altro pianeta. Che mi appare sotto forma di CAROTA.
Subito la mia mente annaspa alla ricerca di risposte. Mi viene in mente l’ultima newsletter di quel sito per la liberazione di Britney Spears. Mi viene in mente l’assassinio Kennedy, la verità profonda nelle parole della canzone LI MORTACCI di Elio. Come al solito, mi ritorna in mente Elvis.
Poi il mio sguardo si alza verso la finestra.
Piove. E io sono in bici.

 

Qui le altre puntate.

 

 

carotina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...