Noi non siamo qui / lo studio

testo e regia
Carolina De La Calle Casanova

movimenti scenici
Giorgio Rossi
Associazione Sosta Palmizi

con
Federico Bonaconza
Mario Fedeli
Andrea Pinna
Valentina Scuderi

musiche originali eseguite dal vivo
Francesco Arcuri

disegno luci
Sarah Chiarcos

comunicazione visiva
Dario Serio

fotografie
Federica Lissoni

si ringrazia
Michele Pagliai

produzione
b a b y g a n g
parte di Associazione Être

con il contributo di
Progetto Être
un progetto di
Fondazione Cariplo

in collaborazione con 
Zona K
Noi Non Siamo Qui parla di quattro uomini chiusi in un posto.
Noi Non Siamo Qui parla di quattro uomini chiusi dentro, o chiusi fuori. Che si sono autoesclusi o che sono stati esclusi. Che ridisegnano continuamente la realtà.
Lo spazio scenico è vuoto, tranne che per un bidone di latta – pozzo magico. Non c’è niente che fisicamente impedisca loro di andarsene da lì, tranne un perimetro di nastro carta a terra – limite per scelta o per costrizione invalicabile. Sul fondo, una porta bianca, chiusa.
L’idea di questo disegno luci è di lavorare tutto attorno allo spazio delimitato, e di disegnare traiettorie geometriche che lo attraversino provenendo da direzioni diverse. Quindi le potenzialità narrative di una luce frontale, o di taglio, o da terra, o di controluce sono state sfruttate al massimo.
Lo studio dello spettacolo è stato allestito al Teatro della Contraddizione di Milano, che pur essendo uno spazio ridotto e dal soffitto drammaticamente basso, permette di appendere pressoché ovunque.
Lo spazio scenico è completamente isolato da ciò che lo circonda dal controluce.
La tensione drammatica di questo monologo è sostenuta da un taglio da terra che taglia in diagonale lo spazio in due illuminando sul fondo a destra anche gli altri tre personaggi che molto lentamente avanzano verso di lui nel corridoio di luce.

Per me è sempre molto divertente riprendere questo spettacolo, che ha una grammatica a livello di luci molto chiara e quindi può essere molto flessibile, ed adattarsi a spazi e condizioni molto diverse senza perdere le proprie qualità.

Lo spettacolo sarà in scena al TEATRO ARGOT di Roma il 12 e 13 giugno; debutterà nella sua forma definitiva a fine mese al festival IL GIARDINO DELLE ESPERIDI, per poi essere presentato al FRINGE FESTIVAL di Edinburgo nel mese di agosto (restate aggiornati qui).

Il piano luci ridefinito in occasione della presentazione dello studio al Festival LUOGHI COMUNI (Bergamo, Marzo 2012).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...